"ORGANIZZATEVI, perche' avremo bisogno di tutta la vostra forza"

PRANZO ROSSO ED ASSEMBLEA ANNUALE, TESSERAMENTO “LA ROSSA” 2020 – DOMENICA 27 OTTOBRE A LARI (PI)

Ott 23, 19 • EVENTICommenti disabilitati su PRANZO ROSSO ED ASSEMBLEA ANNUALE, TESSERAMENTO “LA ROSSA” 2020 – DOMENICA 27 OTTOBRE A LARI (PI)Read More »

Solo sconfiggendo l’individualismo e l’egoismo in ciascuno di noi si può fare la differenza. Sono tempi difficili, lo so, ma non cedete alla rassegnazione, non abbandonate la speranza; mai! neppure un attimo. Anche quando tutto sembra perduto, e i mali che affliggono l’uomo e la terra sembrano insormontabili, cercate di trovare la forza, di infonderla nei vostri compagni [Orso Tekoser Lorenzo]

Care compagne e cari compagni, care socie e cari soci, la presente per invitarvi al consueto Pranzo sociale, occasione per fare il tesseramento 2019/2020 dell’Associazione Arci “La Rossa” e discutere nell’Assemblea annuale, ma anche un modo per stare di nuovo tutte e tutti insieme dopo la straordinaria edizione della Festa Rossa 2019. Ci vediamo domenica 27 Ottobre al Circolo Arci di Lari!   Il Consiglio Direttivo   *****

Durante il pranzo interverranno portando la loro testimonianza di lotta: Erdal Karabey (portavoce della comunità kurda in Toscana)
Massimo Cappellini (delegato RSU Fiom Piaggio, sotto attacco padronale)

 

IL RICAVATO DEL PRANZO DI QUEST’ANNO SARA’ DEVOLUTO A MEZZALUNA ROSSA KURDISTAN ITALIA ONLUS PER SOSTENERE LA RESISTENZA CURDA CONTRO L’INVASIONE TURCA DEL FASCISTA ERDOGAN ED A SOSTEGNO DELLE SPESE LEGALI DI MASSIMO CAPPELLINI.

MENU’ PRANZO AD OFFERTA

“Prendete ciò che volete, date ciò che potete”


Antipasto: Sformatino, cavolo rosso in insalata variegata, crostino fantasia, crostino vegetariano, fetta di pecorino
Primo: Risotto ai porri e zucca gialla oppure Riso al pomodoro
Secondo: Salsicce e Fagioli all’uccelletta oppure Fagioli rifatti e verdure miste saltate in padella
Dolce: Cantuccini e Vinsanto

ASSEMBLEA DEI SOCI, ORDINE DEL GIORNO:

1) Resoconto politico economico organizzativo Festa Rossa 2019
2) Andamento attività anno 2019
3) Proposte su linee di indirizzo programmatiche iniziative 2020
4) Elezioni del nuovo Consiglio direttivo
5) Varie ed eventuali

 

VI ASPETTIAMO PER UNA DOMENICA IN COMPAGNIA TRA IMPEGNO, PROGETTI, DIVERTIMENTO E BUONA CUCINA!

Associazione Politico Culturale LA ROSSA

Sede Legale:

Via Gramsci, 22 – loc. Perignano

56035 – Casciana Terme Lari (PI)

CF: 90052740504

www.festarossalari.it
festarossalari@gmail.com
festarossalari@pec.it

Facebook: Associazione La Rossa Lari; Festa Rossa Lari
Cell. 3498488204

*****


Stralci Statuto Associazione LA ROSSA
ARTICOLO 4 – OGGETTO SOCIALE
L’associazione è un centro permanente di vita associativa a carattere volontario e democratico la cui attività è espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo. Essa opera per fini politici e culturali, per l’esclusivo soddisfacimento di interessi collettivi. Si fonda sul volontario impegno dei tesserati, non ha scopi di lucro e ha durata illimitata.
Gli eventuali utili non possono essere ripartiti né direttamente né indirettamente tra i soci.
Nel rispetto della Costituzione della Repubblica italiana nata dalla lotta di Resistenza e dell’esperienza politica e socio-culturale dei partiti, sindacati e movimenti della Sinistra anticapitalista nazionali ed internazionali, l’associazione persegue i valori dell’uguaglianza, della difesa del lavoro come bene comune, dell’antifascismo, dell’antimafia sociale e dell’ambientalismo; essa è un’organizzazione autonoma, multietnica, antirazzista, laica e aconfessionale.
L’Associazione Politico Culturale “La Rossa” si prefigge di ricreare un nuovo punto di vista critico verso l’ordine sociale esistente, partendo dai valori universali di libertà e partecipazione e arrivando alla costruzione di una nuova cultura fondata sull’uguaglianza, sull’internazionalismo, sulla pace, sull’ambiente e sulla cooperazione fra individui.
L’Associazione è guidata da un funzionamento democratico che favorisce l’azione comune dei/delle iscritti/e, garantendo il diritto al dissenso interno e pubblico ad ogni livello.

ARTICOLO 5 – SCOPI DELL’ASSOCIAZIONE
Sono scopi dell’associazione :
a) La diffusione della cultura del movimento operaio e delle pratiche di lotta politico-culturale per il superamento dell’ordine sociale costituito;
b) la diffusione della cultura dell’uguaglianza e della solidarietà
c) la promozione della cultura antifascista ed antimafiosa;
d) l’informazione e la controinformazione;
e) la promozione sociale e lo sviluppo culturale e civile dei propri Soci e della società tutta;
f) la pratica della difesa delle libertà civili, individuali e collettive;
g) la diffusione della solidarietà nei rapporti umani e tra i popoli;
h) la diffusione della cultura della convivenza civile, delle pari opportunità, dei diritti, delle differenze culturali, etniche, religiose, e di genere contrastando il sessismo, della tutela delle diversità linguistiche nonché della libertà di orientamento sessuale e dell’antiproibizionismo;
i) la promozione di politiche finalizzate alla valorizzazione e messa a disposizione di luoghi e spazi che possano favorire l’autorganizzazione dei cittadini, come parte integrante del diritto di associazione;
j) la promozione del protagonismo delle nuove generazioni e dell’associazionismo giovanile;
k) lo sviluppo di forme di prevenzione e di lotta all’esclusione, al razzismo, alla xenofobia, all’intolleranza, al disagio, all’emarginazione, alla solitudine;
l) il ripudio della guerra e l’impegno per l’affermazione di una cultura non violenta e pacifista e della ricerca della soluzione non violenta dei conflitti, l’azione politica per la riduzione delle spese militari;
m) la realizzazione di convegni, dibattiti, iniziative culturali, feste, momenti di riflessione, di formazione e di lotta, inerenti alle tematiche riportate nel presente
Per il perseguimento dei propri scopi l’Associazione potrà collaborare e/o aderire anche ad altri organismi di cui condivide finalità e metodi, collaborare con enti pubblici e privati, promuovere iniziative per raccolte occasionali di fondi e reperire risorse finanziarie finalizzati esclusivamente al raggiungimento degli scopi sociali, effettuare attività economiche e produttive, nel pieno rispetto di quanto stabilito dal presente statuto.

L’Associazione può svolgere attività di somministrazione ai soci di alimenti e bevande come momento ricreativo e di socialità, complementare all’attuazione degli scopi istituzionali, in conformità della normativa vigente in materia.
ARTICOLO 6 – STRUMENTI DELL’ASSOCIAZIONE
L’associazione opera nel modo che ritiene più opportuno al fine di realizzare gli scopi enunciati al precedente articolo. Si esplicitano tra gli altri i seguenti strumenti:
a) promuovere e gestire feste popolari, attività culturali e di animazione;
b) organizzare mostre, convegni, dibattiti, promovendo e gestendo concorsi di idee in ambito politico-culturale e sociale;
c) promuovere e gestire rassegne cinematografiche, videoproiezioni, concerti od altre iniziative a carattere politico-culturale e sociale;
d) dotarsi di una sede sociale che consenta anche un servizio di somministrazione ai Soci di alimenti e bevande;
e) presentare proposte ad enti e pubbliche amministrazioni , stipulare convenzioni, protocolli d’intesa o altro tipo di accordo e richiedere contributi per partecipare attivamente alle forme decentrate di gestione del potere locale;
f) creare una radio libera ed indipendente sul web o via etere gestita dai soci che abbia come obiettivo quello di diffondere programmi, musica ed informazioni che promuovano prevalentemente la cultura del lavoro e quella della Sinistra anticapitalista, antiliberista, antimafiosa ed antifascista;
g) gestire in prima persona, aderire e/o collaborare a consorzi, enti e associazioni che abbiano per obiettivo la promozione della cultura del lavoro e della trasformazione dell’ordine sociale esistente;
h) creare un archivio ed una biblioteca dell’associazione;
i) promuovere l’edizione di materiali derivanti dai progetti sviluppati dall’associazione, nonché di notiziari (cartacei, web o radio), volantini,’’è saggi, libri, manuali, cd o dvd, o altra forma di diffusione;
j) ricercare finanziamenti utilizzando le normative fiscali vigenti che regolano la materia;
Tutte le attività che non vengano ritenute dall’assemblea dei soci conformi agli scopi sociali sono espressamente vietate.

Le attività dell’associazione e le sue finalità sono ispirate ai principi di pari opportunità in rispetto dei diritti inviolabili della persona.

ARTICOLO 14 – CONSIGLIO DIRETTIVO
L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da numero dispari di consiglieri, variabile tra 11 e 21, eletti dall’Assemblea Ordinaria fra i soci;   il   numero  dei   consiglieri   è   definito   annualmente   dall’Assemblea Generale, convocata per il rinnovo del Consiglio stesso.
Il Consiglio Direttivo resta in carica per due anni ed è rieleggibile.
In caso di assenza ingiustificata per tre sedute consecutive, il componente il consiglio decade automaticamente dalla carica. Tale circostanza viene comunicata dal Presidente al soggetto decaduto con le forme utilizzate per la convocazione delle riunioni. In tutti i casi in cui vi è decadenza di un consigliere a norma del presente statuto si procederà alla sua sostituzione nella prima assemblea dei soci utile. In caso di votazione, per qualunque ragione si verifichi una parità di voti, il voto di chi svolge la funzione di Presidente vale doppio
Nella sua prima seduta, il Consiglio Direttivo elegge il Presidente, il Vice- Presidente, il Segretario ed il Tesoriere. Il Consiglio può inoltre distribuire fra i suoi componenti altre funzioni attinenti a specifiche esigenze legate alle attività dell’Associazione.
Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente o la maggioranza dei propri componenti lo ritengano necessario ed è presieduto dal Presidente. Le riunioni sono valide in prima convocazione se è presente la metà dei consiglieri, mentre in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti. Le deliberazioni si adottano a maggioranza semplice.
Il Consiglio Direttivo:
a)    redige i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea Generale;
b)    attua l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea Generale;
c)     redige i rendiconti economico finanziari da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Generale;
d)    stipula tutti gli atti e i contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;
e)    delibera circa l’ammissione, la sospensione e l’esclusione dei soci;
f)     determina l’ammontare delle quote annue associative e le modalità di versamento;
g)    svolge tutte le altre attività necessarie e funzionali alla gestione sociale;
h)    propone le iniziative pubbliche;
i)     discute ed approva le posizioni politiche dell’Associazione su questioni e temi urgenti;
j)      mantiene i collegamenti con le altre organizzazioni politico-culturali, associative e sindacali.